Perdere Peso

Menù Settimanale Sano ed Equilibrato

Un menù settimanale sano ed equilibrato è il miglior modo per dimagrire. Una dieta sana non deve vietare nessun alimento e nemmeno limitare le combinazioni tra questi.

Una dieta sana ed equilibrata è un modo di vivere nel quale l’alimentazione sana si deve accompagnare ad un’attività fisica moderata tutte le settimane.

Anche se è difficile non cadere in tentazione di mangiare prodotti pubblicizzati dalla televisione che apportano solo calorie si deve evitare di mangiare, tra questi prodotti: patatine fritte “chips” o similibiscotti, dolci e qualsiasi prodotto di pasticceria industriale finti “frutti secchi” dolci e salati venduti in bustine prodotti in scatola, conserve e frutta sciroppata,barre di cioccolato, se non si può fare a meno del cioccolato, è meglio il cioccolato al latte, cioccolato nero o con frutti secchi evitare gelati con aggiunte tipo caramello o “topping”, è preferibile consumare gelati elaborati con ingredienti naturali ridurre il consumo di salse preparate, una salsa fatta in casa con ingredienti naturali sarà sempre più leggera e nutritiva

 

Dieta Dissociata

Una Dieta Dissociata è quella che si basa fondamentalmente sulla separazione di alimenti all’interno dello stesso pasto, prendendo in considerazione i suoi componenti principali.

Funzionamento della dieta dissociata

Una dieta dissociata cerca di evitare la miscela di proteine e grassi con carboidrati. Un’altra base della teoria delle diete dissociate è la suddivisione degli alimenti mangiati quotidianamente in sei pasti senza prendere in considerazione (al contrario di altri regimi di dimagrimento) la quantitá di cibo di ogni pasto.

I seguenti gruppi di alimenti devono combinarsi in un menu settimanale secondo i nostri desideri, ma seguendo le indicazioni:

  • Primo gruppo: carboidrati. Li troviamo principalmente nei cereali come riso, mais, frumento, ecc. Anche nei suoi derivati; pasta, patate, patate dolci…
  • Secondo gruppo: proteine. Si trovano nei prodotti animali come carne, pesce, uova, latte, yogurt e anche nei prodotti di origine vegetale come soia, lievito di birra, alghe, frutti secchi, lenticchie, ceci o qualsiasi tipo di legume. Alcuni degli alimenti di questo gruppo sono anche ricchi di grassi.

Sia gli alimenti del primo gruppo sia quelli del secondo possono essere mischiati con verdure, considerando che si mangeranno i carboidrati a mezzogiorno e le proteine la sera. Non mangiare la frutta come dessert poichè non viene digerita correttamente se consumata a fine pasto; al suo posto prendere uno yogurt, frutti secchi o un’infusione digestiva.

Esempio di menu di una dieta dissociata

Colazione: thè, caffè, o spremuta. Pane con miele o marmellata, una manciata di frutti secchi.

In mattinata: frutta, non mescolare frutti aspri con frutti dolci.

Pranzo: insalata o verdure cotte e un piatto di riso o pasta

Merenda: senza mescolare, scegliere tra una frutta, uno yogurt, un paio di biscotti, insaccati o formaggio; accompagnare con un thè, caffè o un’altra infusione.

Cena: zuppa o brodo di verdure come antipasto. Come secondo piatto scegliere un piatto di proteine (filetto di carne, pesce, frittata di un uovo…)

Inconvenienti della dieta dissociata

Queste diete sono private di base scientifica: non esistono alimenti che contengano solamente proteine o carboidrati. Qualunque dieta per perdere peso deve essere basata su una dieta sana ed equilibrata nei suoi nutrienti e nella divisione di questi durante la giornata, e sulla realizzazione di un’attività fisica regolare adatta ai bisogni di ogni persona.